MANIFESTO DINAMICO

Che cos’è la filosofia populare?

La verità non è innanzitutto qualcosa da sapere ma ciò che contribuiamo a creare.

Manifesto_dinamico_filosofia populare
La prima bozza del manifesto della filosofia populare

“Un organismo debole ha bisogno di trasfusioni”

Con queste parole si esprimeva il grande filosofo francese contemporaneo Jean-Louis Chrétien, nel 2014, nel suo libro “L’espace intérieur“. L’organismo in questione era la nostra civiltà ed il sangue di cui questa aveva bisogno era il senso.

Da qui vogliamo partire con il nostro manifesto dinamico, perché la filosofia populare ha a che vedere con la questione del senso della vita. La filosofia non è una disciplina scolastica astratta che nulla tocca delle vicende umane. Al contrario. Essa è una delle elaborazioni più profonde e concrete con cui l’essere umano ha da millenni affrontato la realtà.

In questo senso la filosofia è di tutti.

Allo stesso tempo però non possiamo negare che il suo linguaggio ed i suoi concetti abbiano contribuito ad allontanarla dai più. Forse per un’esigenza di chiarezza, forse perché elitaria. Ad ogni modo ciò ha contribuito a lacerare un abisso tra di essa e molti dei suoi destinatari.

Le grandi filosofie ellenistiche, stoicismo, cinicismo, epicureismo e scetticismo, non hanno fatto altro che riprendere e sviluppare in maniera originale l’esigenza socratica del

conosci te stesso e prenditi cura di te!

Teoria e pratica, verità e volontà, sapere e sapore erano di nuovo uniti. La filosofia è una “pratica della verità”, la cui maturazione è compito di tutta la vita.

In questo senso, il nostro manifesto dinamico ci ricorda che la filosofia è e non può non essere popolare.


Sprazzi di filosofia…

Ermeneutica

La filosofia scopre e cerca di comprendere differenti modi di pensare.

Dialogica

Il metodo è il dialogo, che ne è anche il luogo in cui essa accade.

Maieutica

Non impone la sua verità ma aiuta chiunque a mettere in discussione le proprie certezze affinché possa scoprire la propria verità.

Docile

Non pretende di avere ragione, pertanto più che dire ascolta ed impara.

…populare

Universale

Non si rivolge ad un’elite di esperti né a un gruppo di persone che la pensa allo stesso modo, bensì si nutre di pensieri discordanti.

Semplice

Senza perdere la profondità dei contenuti e la precisione che le spetta, adotta un linguaggio ed uno stile comprensibile a tutti, dai medici ai camionisti: il linguaggio umano.

Fiduciosa

Crede fermamente nelle capacità di ogni persona di riflettere, ascoltare, parlare, emozionarsi ed agire nell’orizzonte della verità e del bene.

E tu, che ne pensi?